Carpe Diem

REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky

MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna

Circa 70 opere dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo in mostra al MAMbo per raccontare gli stili e le dinamiche di sviluppo dell’arte delle avanguardie russe d'inizio Novecento.

L’arte delle avanguardie russe è uno dei capitoli più importante e radicale del modernismo. Il periodo compreso tra il 1910 e il 1920 ha visto nascere a un ritmo vertiginoso scuole, associazioni e movimenti d’avanguardia diametralmente opposti l’uno all’altro.

La mostra REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky. Capolavori dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo racconta gli stili e le dinamiche di sviluppo di artisti tra cui Nathan Altman, Natalia Goncharova, Kazimir Malevich, Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Valentin Serov, Alexandr Rodchenko e molti altri, per dar conto della straordinaria modernità dei movimenti culturali della Russia d’inizio Novecento: dal primitivismo al cubo-futurismo, fino al suprematismo, costruendo contemporaneamente un parallelo cronologico tra l’espressionismo figurativo e il puro astrattismo.

La mostra è il fulcro di un ricco programma collaterale di manifestazioni afferenti al centenario della Rivoluzione di Ottobre, cui parteciperanno in primis l’Università degli Studi di Bologna e le principali istituzioni culturali cittadine.

REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky è prodotta e organizzata da CMS. Cultura in partnership con il Comune di Bologna - l’Istituzione Bologna Musei e realizzata grazie a una collaborazione esclusiva con il Museo di Stato Russo, San Pietroburgo. Curatori della mostra Evgenia Petrova (Vice Direttore del Museo di Stato Russo) e Joseph Kiblitsky.

REVOLUTIJA Da Chagall a Malevich